Speciale COVID-19
Pubblicato: 2020-08-12

Gestione dei pazienti con tumore polmonare nell’era COVID-19. Centralità delle linee guida

UOC di Pneumologia ad indirizzo Oncologico AORN dei Colli, Napoli
UOC di Pneumologia ad indirizzo Oncologico AORN dei Colli, Napoli
UOC di Pneumologia ad indirizzo Oncologico AORN dei Colli, Napoli
UOC di Pneumologia ad indirizzo Oncologico AORN dei Colli, Napoli
UOC di Pneumologia ad indirizzo Oncologico AORN dei Colli, Napoli
UOC di Pneumologia ad indirizzo Oncologico AORN dei Colli, Napoli

Articolo

La portata epidemiologico-sanitaria della pandemia di SARS-CoV-2 si è ormai imposta in tutta la sua severità; la situazione appare poi ancor più drammatica se focalizzata sui pazienti oncologici. I rischi connessi ai possibili risvolti immunodepressivi dei trattamenti somministrati e la notevole fragilità dei pazienti trattati già bastano a spiegare la gravità del momento. Inoltre, secondo le più ampie casistiche cinesi, non solo il tasso di infezione da SARS-CoV-2 risulta essere maggiore nei pazienti oncologici rispetto alla popolazione generale (1% vs 0,29%), ma il rischio di gravi complicanze respiratorie che rendono necessaria la ventilazione è maggiore nei pazienti oncologici infetti che nei pazienti infetti non oncologici (39% vs 8%); infine, il tasso di deterioramento respiratorio risulta più rapido nei pazienti infetti oncologici, con una media di 13 vs 43 giorni 1. Nell’era COVID-19 appare quindi in tutta la sua evidenza la necessità di individuare percorsi rigorosi ed uniformi per gestire al meglio il trattamento e la tutela dei pazienti oncologici e ancor di più dei pazienti pneumo-oncologici, considerando la consistente sovrapposizione sintomatologica e la particolare compromissione respiratoria.

Pertanto, in accordo con le più recenti ed autorevoli linee guida internazionali e nazionali 2-5, sia di carattere oncologico generale (ASCO, AIOM) sia specifiche per il tumore polmonare (ESMO, NCCN), si potrebbe implementare un approccio differenziale mirato a dividere i pazienti affetti da tumore polmonare in due sottocategorie (Tab. I):

  1. pazienti che non possono procrastinare la visita e/o il ricovero e/o il trattamento;
  2. pazienti che possono procrastinare la visita e/o il ricovero e/o il trattamento.

Nella prima categoria vanno inclusi i pazienti con sospetto fondato di neoplasia (imaging e/o sintomi suggestivi), i pazienti in terapia neo-adiuvante, i pazienti con malattia resecabile, i pazienti con malattia localmente avanzata/avanzata che ricevono i primi due cicli, i pazienti con malattia localmente avanzata/avanzata in progressione di malattia, i pazienti con complicanze quoad vitam ed i pazienti in follow-up ad alto rischio di recidiva.

Nella seconda, al contrario, possono essere inclusi i pazienti con imaging e/o sintomi poco suggestivi, i pazienti in trattamento con terapia adiuvante, i pazienti con malattia localmente avanzata/avanzata già in corso di trattamento con malattia stabile (ad almeno due controlli TC), i pazienti con complicanze quoad valetudinem e quoad functionem, i pazienti in follow-up con basso/medio rischio di recidiva.

KEY MESSAGES

  1. Un’infezione polmonare da SARS-CoV-2 sarebbe letale in pazienti con tumore polmonare.
  2. Nell'interesse di questi pazienti fragili, andrebbe applicato un percorso differenziato in base alla urgenza del trattamento chemio- e/o immunoterapico.
  3. In questa fase di pandemia le linee guida nazionali ed internazionali rappresentano ancor di più un punto di riferimento della gestione del paziente oncologico.

Figure e tabelle

Pazienti non procrastinabili Pazienti procrastinabili
Sospetto fondato di neoplasia(imaging e/o sintomi suggestivi) Imaginge/o sintomi poco suggestivi
Pazienti in terapia neo-adiuvante Pazienti in terapia adiuvante
Pazienti con malattia resecabile Pazienti con malattia localmente avanzata/avanzata già in corsodi trattamento con malattia stabile (almenodue controlli TC)
Pazienti con malattia localmente avanzata/avanzata che ricevonoi primi due cicli
Pazienti con malattia localmente avanzata/avanzata in progressionedi malattia
Pazienti con complicanze quoad vitam Pazienti con complicanze quoad valetudineme quoad functionem
Pazienti in follow-upad alto rischio di recidiva Pazienti in follow-upcon basso/medio rischiodi recidiva
Tabella I.Approccio differenziale per i pazienti con tumore polmonare nell'era COVID-19.

Riferimenti bibliografici

  1. Liang W, Guan W, Chen R. Cancer patients in SARS-CoV-2 infection: a nationwide analysis in China. Lancet Oncol. 2020; 21:335-7. DOI
  2. ASCO. ASCO Coronavirus Resources.Publisher Full Text
  3. Notiziario AIOM. Il trattamento del tumore in regime di emergenza COVID19.Publisher Full Text
  4. European Society for Medical Oncology. ESMO management and treatment adapted recommendations in the covid-19 era: lung cancer.Publisher Full Text
  5. National Comprehensive Cancer Network. Short-term recommendations for non-small cell lung cancer management during the COVID-19 pandemic.Publisher Full Text

Affiliazioni

Ciro Battiloro

UOC di Pneumologia ad indirizzo Oncologico AORN dei Colli, Napoli

Luigi Della Gravara

UOC di Pneumologia ad indirizzo Oncologico AORN dei Colli, Napoli

Valeria De Marino

UOC di Pneumologia ad indirizzo Oncologico AORN dei Colli, Napoli

Rosa Cantile

UOC di Pneumologia ad indirizzo Oncologico AORN dei Colli, Napoli

Antonietta Letizia

UOC di Pneumologia ad indirizzo Oncologico AORN dei Colli, Napoli

Danilo Rocco

UOC di Pneumologia ad indirizzo Oncologico AORN dei Colli, Napoli

Copyright

© Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri – Italian Thoracic Society (AIPO – ITS) , 2020

Come citare

Battiloro, C., Della Gravara, L., De Marino, V., Cantile, R., Letizia, A., & Rocco, D. (2020). Gestione dei pazienti con tumore polmonare nell’era COVID-19. Centralità delle linee guida. Rassegna Di Patologia dell’Apparato Respiratorio, 35(2), 80-81. https://doi.org/10.36166/2531-4920-A020
  • Abstract visualizzazioni - 80 volte
  • PDF downloaded - 24 volte