Caso clinico
Pubblicato: 2022-07-29

Instillazione endotracheobronchiale di N-acetilcisteina nei pazienti bronchiectasici

Pneumotisiologia Territoriale Aulss 8 Berica, Vicenza Italia
Pneumotisiologia Territoriale Aulss 8 Berica, Vicenza Italia
bronchiectasie N-acetilcisteina instillazione endotracheobronchiale

Abstract

Il paziente bronchiectasico è caratterizzato da accumulo di secrezioni bronchiali dense e vischiose. Le indicazioni terapeutiche per le bronchiectasie sono varie e negli ambiti più severi comprendono procedure broncoscopiche di toilette. C’è scarsa letteratura sull’efficacia della N-acetilcisteina in instillazione endobronchiale nei pazienti bronchiectasici. Due pazienti, entrambi con bronchiectasie cistiche e frequenti riacutizzazioni, hanno richiesto toilette endoscopica per disostruzione da ingombro bronchiale severo. In fase endoscopica abbiamo somministrato N-acetilcisteina per instillazione endotracheobronchiale osservando un miglioramento nel Bronchiectasis Severity Index (BSI), nella qualità di vita del paziente secondo Visual Analog Scale (VAS) e nel numero di riacutizzazioni in arco annuale.

Affiliazioni

Elisabetta Bertocco

Pneumotisiologia Territoriale Aulss 8 Berica, Vicenza Italia

Samuela Binato

Pneumotisiologia Territoriale Aulss 8 Berica, Vicenza Italia

Copyright

© Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri – Italian Thoracic Society (AIPO – ITS) , 2022

Come citare

Bertocco, E., & Binato, S. (2022). Instillazione endotracheobronchiale di N-acetilcisteina nei pazienti bronchiectasici. Rassegna Di Patologia dell’Apparato Respiratorio, 37(2), 124-128. https://doi.org/10.36166/2531-4920-579
  • Abstract visualizzazioni - 3 volte
  • PDF downloaded - 0 volte