Presentazione
Pubblicato: 2017-04-15

In questo numero …

Direttore Emerito Rassegna di Patologia dell’Apparato Respiratorio

Articolo

… della Rassegna, pubblicato in occasione del Congresso Nazionale della Pneumologia Italiana - XLIV AIPO “Progresso e Innovazione Tecnologica in Pneumologia” (Bologna 10-13 giugno 2017), troviamo in apertura la Relazione del Presidente AIPO, Stefano Gasparini, che a qualche mese dalla fine del suo mandato presenta il resoconto delle attività svolte e dei traguardi raggiunti da AIPO nel biennio trascorso.

Segue la Presentazione alla Serie Ipertensione polmonare a cura di Francesca Luisi e Olga Torre. La serie nasce dall’esigenza di aumentare l’attenzione su una patologia ad elevata mortalità, ancora poco conosciuta. Notevoli progressi in campo terapeutico hanno portato a numerose ricerche e all’identificazione dei meccanismi patogenetici della malattia; gli articoli programmati faranno il punto su queste conoscenze con particolare riguardo alle ultime novità.

Cristina Cinti presenta la Serie Cure palliative precoci non oncologiche che vuole essere uno strumento utile per consolidare le abilità comunicative, le conoscenze degli aspetti medico-legali e le competenze relative alla cura di dispnea e dolore nelle malattie respiratorie croniche. L’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce le cure palliative come la cura totale e attiva della BPCO avanzata che non risponde al trattamento eziologico. Sono tuttora numerose le realtà pneumologiche nelle quali le terapie palliative precoci e di fine vita sono assenti.

Segue la Presentazione dell’operazione “Sonni Tranquilli” e del poster allegato alla rivista per una campagna di salute pubblica promossa da AIPO, realizzata con l’obiettivo di migliorare la conoscenza dei disturbi respiratori nel sonno e contribuire ad aumentare la sicurezza stradale.

Gli ultimi quattro contributi della rubrica Correva l’anno, a cura dei Responsabili dei Gruppi di Studio AIPO a commento di tre articoli della letteratura internazionale pubblicati nel 2016 ritenuti importanti per il settore di interesse, completano la rassegna annuale. Ancora una volta ringraziamo gli Autori per aver contribuito alla realizzazione di una rubrica fondamentale per l’aggiornamento dei lettori.

Nella sezione Articoli di revisione Giulia Dei e coll. presentano un lavoro sul coinvolgimento polmonare nella sindrome da anticorpi antisintetasi, patologia autoimmune sistemica ad eziologia sconosciuta del gruppo delle miopatie infiammatorie idiopatiche, caratterizzata da una marcata eterogeneità clinica. Gli Autori sottolineano l’importanza della diagnosi e del trattamento precoci per modificare la progressione della malattia, con particolare attenzione al coinvolgimento polmonare, tra le principali cause di mortalità.

Sempre per la sezione Articoli di revisione troviamo un contributo di Andrea Rossi sul Centro Studi AIPO nato nel 2010 con l’obiettivo di generare evidenze per migliorare la pratica clinica pneumologica. La presentazione dell’attività svolta e in corso, nonché l’illustrazione della nuova progettazione rappresentano un’importante testimonianza dell’impegno e del valore del Centro e del coinvolgimento delle altre istituzioni associative.

In un Articolo originale Vanni Galavotti e coll. riportano i dati di una survey nazionale AIPO nata con l’obiettivo di stabilire la tipologia e la prevalenza dei servizi di follow-up e assistenza domiciliare per i pazienti affetti da malattie respiratorie croniche in fase di insufficienza respiratoria cronica. Gli Autori evidenziano una situazione molto eterogenea legata a sistemi organizzativi regionali diversi tra loro e a carenze legislative.

In un altro Articolo originale Manuela Bianco e coll. presentano un’analisi sulla gestione del paziente affetto da BPCO in una ASL torinese, finalizzata ad evidenziare le inadeguatezze gestionali e individuarne i margini di miglioramento per assicurare, con il contenimento dei costi, qualità, efficacia, sicurezza e appropriatezza delle prestazioni assistenziali. A tal fine sottolineano la necessità di un’assistenza integrata tra tutti i servizi medici e socio-assistenziali attraverso la collaborazione tra i diversi specialisti e i MMG.

Per la Serie Malattie respiratorie occupazionali Valeria Casillo e Piera Boschetto trattano l’esposizione professionale nella BPCO. Numerose evidenze indicano che il 15% di tutte le BPCO è attribuibile a fattori di rischio occupazionali (attività estrattiva, metallurgica, edile, tessile, agricola) che possono agire sia come causa che come concausa, insieme al fumo, nell’indurre la patologia. Le Autrici sottolineano perciò l’importanza della storia lavorativa dei pazienti con BPCO per attuare interventi preventivi e terapeutici tempestivi.

Per la Serie Ipertensione polmonare Francesca Luisi e Davide Elia riportano le conoscenze sulle principali mutazioni geniche alla base dell’ipertensione polmonare e sugli screening genetici per individuare forme familiari. Gli Autori evidenziano come nel 75% dei pazienti con storia familiare di ipertensione polmonare sia stata identificata una mutazione in un gene associato alla malattia. Tuttavia, anche il 20% di pazienti senza una storia familiare nota presenta un’alterazione genetica nella linea germinale.

Nella Serie Cure palliative precoci non oncologiche Marzia Simoni e coll. riportano una serie di dati epidemiologici relativi alle malattie respiratorie e ai servizi di cure palliative in Italia. Gli Autori evidenziano che nel nostro Paese più del 60% dei malati aventi diritto non ricorre alle cure palliative e la maggior parte di essi non conosce i riferimenti regionali. Il potenziamento del servizio di cure palliative in Italia favorirebbe un miglioramento della fase terminale della vita dei pazienti e un’ottimizzazione dei costi.

Nella sezione Immagini in Pneumologia Interventistica Carmine Guarino e coll. descrivono il caso di un paziente di 17 anni con stenosi tracheale critica determinata dalla presenza di una massa di tessuto tiroideo ectopico. Il paziente è stato sottoposto a tracheostomia e successivamente ad escissione endoscopica per via retrograda con pinze bioptiche dedicate con enucleazione della lesione e ricanalizzazione del lume tracheale.

Per la rubrica Medical Humanities e Pneumologia Federico E. Perozziello presenta la seconda parte (vedi fascicolo 6/2016, pag. 346) di un articolo sull’opera del filosofo francese Michel Foucault dedicata al costituirsi della malattia come oggetto di indagine, di repressione e di controllo sul corpo. L’analisi è rivolta al tema della follia, dalle interpretazioni antiche e medievali tolleranti ed umanitarie, alle visioni coercitive dei tempi moderni, giunte all’internamento manicomiale e alle perversioni dei lager.

Per la rubrica Radiology: Tips descrive il caso di una donna di 35 anni con carcinoma mammario e due piccoli noduli polmonari parenchimali di sospetta natura ripetitiva. Le caratteristiche morfologiche (densità, forma, dimensioni) e topografiche della TC, fondamentali per una corretta diagnosi, evidenziano due piccoli noduli solidi, di forma geometrica. Dopo TC-PET negativa e resezione chirurgica, i noduli risultano piccoli linfonodi benigni intrapolmonari.

Il Palazzo dei Congressi di Bologna, dal 10 al 13 giugno, come detto in apertura, ospiterà il Congresso Nazionale della Pneumologia Italiana - XLIV edizione del Congresso AIPO. Saranno più di 300 i relatori e moderatori che animeranno un congresso per il quale sono attesi 1.500 congressisti, con il patrocinio di oltre 40 istituzioni di rilevante peso scientifico; inoltre sono stati accettati 298 abstract alcuni dei quali saranno trattati come comunicazioni orali, mentre altri verranno presentati come Poster. Il peso epidemiologico assunto negli ultimi anni dalle malattie dell’apparato respiratorio ha trasformato queste patologie in un problema di carattere pubblico; il Congresso rappresenta quindi un importante incontro fra i rappresentanti delle istituzioni locali e regionali con AIPO, società scientifica da sempre attenta alle ricadute sociali di queste malattie e alla necessità di disegnare strategie atte a ridurne l’impatto sulla vita dei cittadini. L’appuntamento di Bologna costituisce anche un’importante occasione di incontro per affrontare e discutere le più recenti acquisizioni diagnostiche e terapeutiche, nonché i recenti progressi tecnologici che hanno profondamente mutato le possibilità operative di ogni specialista; per questa ragione, durante il Congresso, sarà dato ampio spazio alla formazione pratica e all’uso delle nuove tecnologie in ogni area della Pneumologia; i congressisti avranno l’opportunità di cimentarsi in esercitazioni da svolgere in apposite aule.

Gli organizzatori hanno inoltre pianificato l’allestimento di un’area denominata Agorà riservata all’incontro degli stakeholder, all’interno della quale 18 Rappresentanze di Società Scientifiche e Associazioni di Pazienti avranno l’opportunità di condividere esperienze e progettualità, nonché avviare collaborazioni sinergiche.

Il Comitato Editoriale della Rassegna di Patologia dell’Apparato Respiratorio nel dare il benvenuto ai Congressisti augura a tutti buon lavoro.

Affiliazioni

Mario De Palma

Direttore Emerito Rassegna di Patologia dell’Apparato Respiratorio

Copyright

© Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri – Italian Thoracic Society (AIPO – ITS) , 2017

Come citare

De Palma, M. (2017). In questo numero …. Rassegna Di Patologia dell’Apparato Respiratorio, 32(2), 61-62. https://doi.org/10.36166/2531-4920-2017-32-16
  • Abstract visualizzazioni - 14 volte
  • PDF downloaded - 2 volte