Editoriale
Pubblicato: 2022-04-29

Differenze sostanziali tra Pneumologi e Palliativisti nella gestione della dispnea cronica

Unità di Cure Palliative, AUSL IRCCS Reggio Emilia
Riabilitazione Respiratoria, AUSL IRCCS Reggio Emilia
dyspnea palliative care Pulmonologists Palliative Care Physicians lung neoplasms ronic obstructive and fibrosing lung diseases

Abstract

La dispnea è un sintomo molto diffuso nei pazienti con malattie respiratorie croniche avanzate e nei pazienti con tumore polmonare, sintomo che di solito diventa sempre più grave con la progressione della malattia e al termine della vita . La dispnea cronica o refrattaria è definita come dispnea invalidante che persiste nonostante la miglior gestione della patologia sottostante. Gli approcci evidence based citati nelle Linee Guida internazionali e nazionali includono trattamenti non farmacologici come la riabilitazione polmonare, tecniche di controllo del respiro, ausili per il cammino. I trattamenti farmacologici (come l’utilizzo di oppioidi a basse dosi) hanno un livello di evidenza moderato.

Affiliazioni

Silvia Tanzi

Unità di Cure Palliative, AUSL IRCCS Reggio Emilia

Mirco Lusuardi

Riabilitazione Respiratoria, AUSL IRCCS Reggio Emilia

Copyright

© Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri – Italian Thoracic Society (AIPO – ITS) , 2022

Come citare

Tanzi, S., & Lusuardi, M. (2022). Differenze sostanziali tra Pneumologi e Palliativisti nella gestione della dispnea cronica. Rassegna Di Patologia dell’Apparato Respiratorio, 37(1), 1-2. https://doi.org/10.36166/2531-4920-A090
  • Abstract visualizzazioni - 84 volte
  • PDF downloaded - 25 volte